L’arte del carretto siciliano vista con gli occhi di un bambino

un bambino che impara l'arte del carretto siciliano

Datemi uno scalpello, un tornio con tanti attrezzi per lavorare il legno, incudini e martello e sarò il bambino più felice del mondo. In fondo basta davvero poco! Credo di non aver mai visto i miei figli così concentrati come quel giorno in cui siamo andati a visitare la bottega di Raffaele La Scala, l’ultimo maestro carradore siciliano, una delle figure più importanti della tradizione del carretto siciliano.

Il carretto siciliano e la bottega di Raffaele La Scala maestro carradore

maestro la scala che costruisce un carretto siciliano
Foto esclusiva del maestro carradore Raffaele La Scala (credits: raffaelelascala.net)

Noi Raffaele La Scala non lo abbiamo conosciuto purtroppo. Se n’è andato qualche anno fa, ma ha lasciato un’incredibile eredità al figlio Marcello che oggi, con passione e dedizione, porta avanti la tradizione tramandata dal padre.

attrezzi per costruire un carretto siciliano

Oggi nella bottega di San Leone, ad Agrigento, è possibile respirare a pieni polmoni la tradizione del carretto siciliano, grazie alle iniziative promosse da Marcello. Sentimenti di commozione e tenerezza scaturiscono dalle parole di Marcello, che con grande coinvolgimento ci racconta la storia di suo padre.

carretto siciliano presso la bottega di Raffaele La ScalaUna carriera lavorativa, quella del maestro La Scala, che inizia all’età di sei anni, cioè praticamente all’età di mio figlio. Dopo aver seguito gli insegnamenti dei migliori maestri carradori della scuola di Comiso, paesino in provincia di Ragusa, Raffaele apre una sua bottega prima a Gran Michele e poi ad Agrigento dove lavorò per più di vent’anni.

bambino che gioca sopra un carretto sicilianoEd è proprio nella storica bottega di Agrigento che i miei bambini hanno scoperto per la prima volta la passione per il carretto siciliano.

La nostra esperienza alla scoperta del carretto siciliano

bambini sopra un carretto siciliano

La tappa presso la bottega di Raffaele La Scala, maestro carradore è stata una delle tappe del nostro blogtour #agrigento4kids, che ci ha portato alla scoperta di un’Agrigento, che onestamente non avrai mai immaginato.

Emozione dopo emozione, scoperta dopo scoperta, arriviamo da Marcello nel primo pomeriggio e veniamo subito rapiti dai colori dei carretti, dall’odore del legno e, soprattutto dall’infinita quantità di attrezzi da lavoro che il maestro La Scala utilizzava per costruire e assemblare i suoi carretti siciliani.

carretto siciliano

Qui una precisazione è d’obbligo: per fare un carretto siciliano occorrono diverse figure professionali.  Inizia il carradore, colui che costruisce e assembla il carretto e ne intaglia i fregi.  La seconda fase è affidata al fabbro, che forgia le parti metalliche.

dettagli di un carretto siciliano

E per finire, a opera ultimata il lavoro passa al pittore, che veste il carretto di colore e vivacità.  Ogni carretto racconta una storia e sono proprio le gesta cavalleresche, mitologiche, storiche o romanzesche che caratterizzano il carretto siciliano.

Impariamo l’arte della carretteria

bambini che imparano l'arte del carretto siciliano

Veniamo adesso alla parte più divertente del pomeriggio, soprattutto per i miei bambini. Marcello, con la dolcezza di un nonno, ha spiegato loro le fasi della creazione di un carretto e, per la loro immensa felicità gli ha fatto usare tutti gli attrezzi del mestiere. Il tornio è quello che ha riscosso più successo.

bambini che lavorano un carretto siciliano

Occhi concentrati, manine ferme e tanta voglia di imparare, ci voleva un carretto siciliano per calmare i miei figli!

bambino che impara l'arte del carretto siciliano

Io sono rimasta affascinata anche dai costumi d’epoca e da una coloratissima borsa che utilizzavano le nostre nonne, altro che Dolce & Gabbana!

donna con una borsa siciliana nella bottega di raffale la scala

una famiglia su un carretto siciliano
La famiglia al completo sul carretto siciliano

Dopo aver ammirato i carretti siciliani realizzati dal maestro La Scala, Marcello ci mostra un video sul lavoro del padre. Mi commuovo, penso a tante cose, ai miei nonni, alle generazioni che non ci sono più e a quello che ci hanno lasciato. Penso che adesso ci sono loro, i miei figli, e mi chiedo se da grandi ricorderanno mai quel bel pomeriggio autunnale trascorso nella bottega del maestro carradore La Scala. E chissà forse loro lo racconteranno ai loro figli, ai loro nipoti, e allora tutto questo sapere non andrà mai perso.

bambini su un carretto siciliano

Documento d'epoca, antica fattura per la costruzione di un carretto siciliano
Documento d’epoca, antica fattura per la costruzione di un carretto siciliano

Le visite guidate

carretto siciliano

Per prenotare una visita guidata presso la bottega di Raffaele La Scala maestro carradore, per scoprire l’antica arte del carretto siciliano, puoi consultare il sito internet qui,  dove troverai, inoltre, interessanti curiosità e testimonianze.

Io ti ho lasciato la mia testimonianza (e spero di cuore che ti sia piaciuta) ma adesso ti riporto, qui di seguito, una testimonianza di un altro maestro siciliano, quella del grande scrittore Camilleri che ha avuto la fortuna di incontrare il maestro Raffaele La Scala:

citazione di Andrea Camilleri sul carretto siciliano

E non dimenticare di condividere l’articolo sui social se ti è piaciuto.

Mi trovi anche su Facebook alla pagina ClaireinSicily e su Instagram @claireinsicily, per seguire le Stories e le dirette delle nostre gite e dei nostri viaggi!

A presto,

Chiara

Potrebbe interessarti anche:

Dove dormire a Agrigento: Donna Franca ospitalità siciliana

Visitare la Valle dei Templi con i bambini: i consigli dell’archeologa family friendly!

Esperienze in Sicilia: Una giornata con le caprette girgentane

logo di claireinsicily blog di viaggi e vacanze in sicilia con i bambini

 

 

 

Informazioni su Claire 114 Articoli
Sono Chiara, mamma di due piccoli esploratori classe 2015 e 2013. Racconta-storie siciliane per passione ma con la valigia sempre pronta per vivere nuove avventure all'estero...

2 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto