Visitare il Parco Archeologico di Selinunte con bambini

un bambino a Selinunte

Visitare il Parco Archeologico di Selinunte con i bambini, sulla costa occidentale della Sicilia, è scoprire uno dei più grandi siti archeologici del Mediterraneo. Storie di eroi, di giganti e Dei dell’Olimpo. Un’armonia di racconti mitologici e leggendari, incorniciati dal profondo blu del mare e dal verde della vegetazione che abbraccia un sito che racconta una delle più fiorenti civiltà classiche del Mediterraneo.

Come visitare il Parco Archeologico di Selinunte con i bambini

una mamma e due bambini che giocano a Selinunte
Giochiamo con l’archeologia

Eretto su un’alta pianura, a picco sul mare, il Parco Archeologico di Selinunte, è un luogo davvero magnifico dove si possono rivivere millenni storia, tra i resti e le rovine dei templi.

selinunte

Abbiamo visitato il parco archeologico in estate. Era una calda giornata di metà luglio così, dopo aver trascorso l’intera mattinata al mare (sulla bellissima spiaggia di Porto Palo di Menfi), decidiamo di concederci una visita archeologica nel pomeriggio.

Apro una breve parentesi per dire che durante le ore più calde non è consigliabile visitare il parco soprattutto con i bambini. Quindi è meglio sempre ritagliarsi qualche ora prima del tramonto.

ingresso sito archeologico di Selinunte
Ingresso sito archeologico di Selinunte

Una volta arrivati al parco archeologico di Selinunte, abbiamo trovato un ampio parcheggio gratuito. Intorno ci sono alcuni negozi di souvenir e qualche chiosco per acquistare gelati, snack e acqua (che non deve mai mancare).

Il costo del biglietto d’ingresso è di € 6 a persona, i bambini e i ragazzi di età inferiore a 18 anni non pagano. Bisogna conservare il biglietto che verrà richiesto successivamente per visitare la seconda parte del parco archeologico. Il sito è molto grande e visitarlo con i bambini richiede un certo impegno, soprattutto in estate.

colonne del tempio E di sellinunte

C’è tanto da camminare, ma per fortuna esistono delle soluzioni pratiche anche per le famiglie. All’interno del parco infatti è possibile acquistare una visita con un trenino privato. In questo caso ci sarà un costo supplementare di 6 euro a persona per usufruire del servizio. Noi abbiamo deciso di sfidare la stanchezza e di andare a piedi gestendo i nostri tempi con i bambini così come, ormai, siamo soliti fare.

Parco archeologico di Selinunte: la visita inizia con la collina orientale

mamma e bambino al tempio E di Selinunte
Il Tempio E di Selinunte è quello meglio conservato

Accediamo così alla prima aerea del parco, la collina orientale, dove si trovano i templi E, F e G.

Ora perché gli archeologi non si siano sforzati un po’ di più per trovare dei nomi più seducenti io questo non lo so, ma la versione ufficiale vuole che, non sapendo attribuire una divinità ad ogni tempio, abbiano deciso di elencarli con le semplici lettere dell’alfabeto!

Per riuscire a capire i templi F e G senza una guida bisogna far ricorso alla nostra più brillante immaginazione. Il tempio E, forse dedicato a Era è, invece, uno dei templi meglio conservati del parco archeologico. Composto da 6 colonne in larghezze e 15 in lunghezza, è il secondo tempio più grande di Selinunte.

una famiglia a selinunte
Il Tempio E si può visitare anche al suo interno
tempio F selinunte collina orientale
Tempio F di Selinunte sulla Collina Orientale
un papà con due bambini che giocano al parco archeologico di selinunte
Riusciranno i nostri archeologici a sollevare il peso della storia?

I bambini, muniti di macchina fotografica, hanno immortalato le loro scoperte, correndo e saltando su e giù, abbracciando la storia senza rendersene conto. Per rendere la visita più divertente io mi attrezzo sempre di libri (quando posso), leggo qualche storia affascinante per catturare la loro attenzione e poi lascio che da soli vivano i loro momenti di scoperta in completa autonomia.

Parco Archeologico d Selinunte in famiglia: continua la visita

ingresso acropoli Selinunte
Ingresso Acropoli di Selinunte

Dopo aver esplorato in lungo e largo la collina orientale, riprendiamo la strada per il parcheggio e ci dirigiamo verso il secondo ingresso.

Noi abbiamo deciso di prendere l’auto, cosa che consiglio vivamente se si visita il parco con i bambini.

tempio R di selinunte
Tempio R anche detto Megaron
bambino che tiene un reperto archeologico a selinunte
Avrà trovato qualcosa di interessante?

La seconda area del sito di Selinunte è divisa in tre parti:

  • L’Acropoli, situata promontorio centro-meridionale. Un’area ricca di templi, di case e antiche fortificazioni
  • La collina di Manuzza dove si possono ammirare le rovine della città antica e il suo immenso recinto fortificato.
  • La collina di Gaggera dove si trova il santuario della Malophoros, di Zeus Meilichios, il Tempio di Hera Matronale e il Tempio M. Necropoli.

un bambino che sorride all'acropoli di selinunte

bambino che salta al sito archeologico di Selinunte
Facciamo un salto?

L’esplorazione è intensa e faticosa, si cammina, si salta, si scava. Bisogna fare molte pause tra una camminata e l’altra se si decide di andare a piedi.  Siamo stanchi ma soddisfatti, ma adesso è tempo di ritornare a casa.

Quanto tempo occorre per visitare il sito archeologico di Selinunte con i bambini e consigli utili

una famiglia in vacanza a Selinunte

Armiamoci di santa pazienza cari genitori perché il sito è talmente grande che per visitarlo tutto bisognerebbe consacrargli almeno 4 ore, con i bambini anche 5. La parola d’ordine qui sarà, allora, organizzazione!

Ecco i miei consigli:

  • Se sai che i tuoi bimbi non sono abili e instancabili camminatori non esitare e acquista la visita con il trenino o con un’auto elettrica. Sarà più divertente per loro e meno stancante per te!
  • Puoi anche decidere di visitare solo la prima parte, quella sulla collina orientale, e magari ritornare una prossima volta per la seconda parte. L’itinerario in questo caso è di appena 400 metri della durata di 40 minuti.
  • In estate e quando fa molto caldo, organizza la tua visita non prima delle 17 e comunque nelle ore meno calde della giornata.
  • Puoi organizzare la tua giornata scegliendo di trascorrere una giornata in spiaggia, io consiglio Porto Palo di Menfi o Marinella di Selinunte e dedicare il pomeriggio al Parco Archeologico.
  • Porta tanta acqua, anche se all’ingresso e all’interno del parco troverai dei chioschi e piccole aree ristoro.
  • Abbigliamento super comodo (mi raccomando le scarpe soprattutto) cappellino e protezione solare per tutta la famiglia.
  • Il percorso è fattibile anche con il passeggino.

Cosa fare nei dintorni di Selinunte con i bambini

Durante la nostra vacanza in Sicilia Occidentale abbiamo soggiornato a Marsala, presso la zona balneare di Lido Signorino.

Si tratta di uno dei tratti sabbiosi più belli della zona. La spiaggia è perfetta per i bambini anche se la temperatura dell’acqua è abbastanza fredda anche durante i mesi più caldi.

spiaggia di Lido Signorino
Spiaggia di Lido Signorino

Un’altra spiaggia che abbiamo trovato davvero bella e pulita è quella di Porto Palo di Menfi, premiata già da parecchi anni per la purezza della sue acque con la bandiera blu.

un bambino che gioca sulla spiaggia di Porto Palo di Menfi in Sicilia
Spiaggia di Porto Palo di Menfi

Per vivere le antiche e suggestive atmosfere siciliane dei mulini a vento e delle saline non perderti una visita presso le Saline di Marsala!

bambini che giocano con i mulini a vento

Il nostro viaggio in Sicilia Occidentale alla scoperta del Parco Archeologico di Selinunte finisce qui. Come sempre, spero di averti dato i giusti spunti e consigli per viaggiare in famiglia!

Stai programmando una vacanza in Sicilia con i bambini ma non sai da dove iniziare?

Contattami e insieme creeremo l’itinerario perfetto.

A presto,

Chiara

Aspetta non scappare forse potrebbe interessarti leggere:

Itinerario Sicilia Occidentale con bambini: consigli utili per organizzare il viaggio

Favignana con bambini: l’isola blu a forma di farfalla

Sicilia occidentale con bambini: itinerario tra saline, mare e templi

Avatar
Informazioni su Claire 174 Articoli
Sono Chiara, mamma di due piccoli esploratori classe 2015 e 2013. Racconta-storie siciliane per passione ma con la valigia sempre pronta per vivere nuove avventure all'estero...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.