Una mattina al Museo storico dello sbarco in Sicilia

bimbi che giocano al museo dello sbarco in sicilia

Spiegare l’assurdità della guerra a un bambino non è davvero un compito facile. Direi quasi impossibile. I bambini non credo concepiscano una cosa così insensata. Se ci provi, probabilmente inizieranno a porti mille domande, i famosi “perché”. Mio figlio qualche giorno fa ha iniziato a chiedersi i perché della guerra, ascoltando le notizie alla radio o in TV. Ho deciso di portarlo al Museo storico dello sbarco in Sicilia, per cercare di imparare giocando,  e magari trovare anche qualche risposta.

Visitare il Museo storico dello sbarco in Sicilia con i bambini

bambino che gioca al museo dello sbarco in sicilia

Il museo si trova all’interno del centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania.

Probabilmente uno dei musei più importanti in Sicilia. Racconta i fatti storici accaduti dal 10 luglio all’8 settembre del 1943, data del famoso sbarco delle truppe alleate sull’isola.

Si inizia la visita con la visione di un filmato storico della durata di 12 minuti. Una testimonianza della situazione civile e politica durante la guerra.

Si accede alla prima parte del museo dove si viene catapultati in una tipica piazzetta siciliana degli anni ’40.

Tutto è ricostruito in maniera assolutamente realistica. Il giornalaio, una tipica abitazione con la stalla annessa, una sartoria con un vestito da sposa e gli uffici del comune. La cosa che mi ha colpito di più è stata la musica di sottofondo…” saran belli gli occhi neri, saran belli gli occhi bluuuu”. Un particolare che mi ha teletrasportato indietro nel tempo in un batter di ciglia.

riproduzione di una piazzetta degli anni 40 al museo dello sbarco in sicilia

I bambini si sono divertiti a correre in lungo e largo nella piazzetta, la guida era molto contenta di vedere i bambini al museo e ha cercato di spiegare con un linguaggio molto colloquiale le abitudini dei nostri nonnini. L’atmosfera è vivace e gioiosa.

Proseguendo, però lo scenario cambia. Tutto diventa più cupo. La piazzetta ora, è buia. La guerra è iniziata, i volantini della propaganda nazista sono sparsi dappertutto.

Una riproduzione di un rifugio antiaereo ti fa rivivere la paura che hanno provato i nostri avi durante la guerra. La simulazione del bombardamento è abbastanza realistica. I bambini potrebbero anche spaventarsi. Quindi valuta se saltare questo pezzo oppure no. Per mia esperienza, Leo ( 4 anni) è rimasto con il papà dentro il rifugio, ma Ricky ( 2 anni) ha avuto paura, quindi siamo subito usciti.

All’uscita si rivede la vivace piazzetta di prima, adesso completamente distrutta dalle bombe. Credo che in quel momento, Leonardo abbia già trovato qualche risposta alle sue domande.

Uniformi, armi e cannoni contraerei

bombe al museo dello sbarco in sicilia

Proseguiamo il giro al primo piano dove alcuni pannelli fotografici e installazioni video propongono documenti d’epoca. La cosa che ha incuriosito i bambini sono state le vetrine con uniformi e armi di quegli anni. I bambini hanno potuto toccare con mano alcune bombe inesplose esposte al museo.

uniformi d'epoca al museo dello sbarco in sicilia

Al secondo piano, invece, abbiamo ammirato le stupende statue di cera raffiguranti Churchill e Roosevelt a colloquio, Mussolini con Vittorio Emanuele III. E ancora delle ricostruzioni d’ambiente di una tenda della Croce Rossa e della firma a Cassibile dell’armistizio del 3 settembre 1943.

L’ultima parte è invece dedicata ad alcuni cannoni contraerei. Inutile dire che li i bambini si sono divertiti a giocare a fare finta di essere dei soldati in guerra, e non solo i bambini!

mamma e figli che giocano su un cannone contraereo al museo dello sbarco in sicilia

Dopo quest’esperienza posso consigliarti di visitare il museo dello sbarco in sicilia tranquillamente con i tuoi bambini. Età consigliata: 4 anni in su.

Piccolo dialogo tra mamma e figlio uscendo dal museo:

Leo: “Mamma ho imparato una cosa, sulla guerra”

Io: “quale amore?”

Leo: ” la guerra è una cosa brutta!”

bambino che osserva una statua al museo dello sbarco in sicilia

Informazioni utili per visitare il Museo dello sbarco in Sicilia

Orari di apertura: da martedì a domenica dalle 9 alle 16.45

N.B. aperture – chiusure e gli orari possono subire variazioni, chiama al numero 095.4011929 per maggiori informazioni

Biglietti d’Ingresso
Intero € 4,00

Ridotto € 2,00

Gratis per bambini con età inferiore a 6 anni

Ringrazio vivamente il Museo dello sbarco in Sicilia, per avermi permesso di fare alcuni scatti!

Conosci altri musei storici in Sicilia? Raccontamelo nei commenti!

Potrebbe interessarti anche:

Visitare Catania con i bambini

claireinsicily

 

Informazioni su Claire 78 Articoli
Sono Chiara, mamma di due piccoli esploratori classe 2015 e 2013. Racconta-storie siciliane per passione ma con la valigia sempre pronta per vivere nuove avventure all'estero...

2 Commenti

  1. Complimenti un articolo bello ed interessante, da storico e da scrittore di libri storici credo profondamente nell’insegnamento del passato per comprendere il presente e correggere il futuro, sopratutto se ad impararlo sono i bambini ed i giovani obbiettivo molto difficile sopratutto nelle nostre scuole. Unica correzione che vorrei apportare al suo articolo è sui volantini, li gettavano dagli aerei gli anglo americani e non i nazisti, erano una forma di propaganda che voleva convincerci a non continuate la guerra affianco ai nostri alleati di allora, i tedeschi. Mi perdoni la pignoleria deformazione professionale. Per il resto tutto ok, complimenti ancora e continui così….Saluti Umberto.

  2. carissimo Umberto, la ringrazio per questo preziosissimo commento. Mi riempie di gioia! Ha fatto benissimo a farmi notare la correzione, era un particolare che non avevo colto. Grazie ancora e spero continui a seguirmi!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto