Modica con bambini: il nostro tour bar(ci)occo

mamma e bambino presso la chiesa di San Giorgio a Modica

Tre cose mi colpiscono di Modica: la prima è il gusto del cioccolato, la seconda è l’architettura tardo barocca e la terza sono gli incredibili scorci che ti sorprendono, quando meno te lo aspetti, camminando tra le vie della città. È pur vero che visitare una città come quella di Modica con i bambini non è un vero gioco da ragazzi, il passeggino potrebbe risultare poco pratico alle volte e, i piccoli esploratori potrebbero alla lunga annoiarsi dopo aver visitato la seconda chiesa.  Allora come si fa? Come dico sempre io: basta adattare il giro per i nostri piccoli viaggiatori! Mettiamoci dentro il cioccolato, un trenino, un museo e una vista mozzafiato. Il risultato è sensazionale credimi!

Cosa fare a Modica con i bambini: iniziamo dal trenino barocco

treno barocco a Modica
Il Trenino Barocco di Modica

Il modo più interessante e divertente per visitare Modica con i bambini è sicuramente a bordo del trenino barocco. Modica è una città meravigliosa, patrimonio mondiale UNESCO, ma che rimanga tra noi: per i bimbi fare un tour di chiese e palazzi storici può essere una noia mortale. Ecco perché ti consiglio di utilizzare il trenino barocco.

 chiesa san pietro modica

Il tour parte dal corso principale di Modica Bassa e, accompagnati da un mix di canzoni siciliane e audio guida, attraversando le viuzze barocche della città si arriva a Modica Alta. Il prezzo del biglietto è di 5 euro a persona, e se intendi prendere il trenino barocco anche a Ragusa Ibla e Scicli, conserva il biglietto per avere uno sconto di 1 euro sui prossimi biglietti acquistati.

Modica con i bambini e la scoperta del cioccolato modicano

un bambino che gioca con il cioccolato di Modica
Piccola “sabbiera” fatta con il cacao. Divertimento garantito!

Conosci il cioccolato di Modica? Se non lo hai mai assaggiato allora questa tappa sarà obbligatoria sia per te che per i tuoi bimbi. Che cosa ha di diverso questo cioccolato rispetto agli altri? A mio avviso tutto sta nella consistenza e nella sensazione che ti lascia in bocca dopo averlo assaggiato. La preparazione del cioccolato di Modica affonda le sue radici nella cultura degli Aztechi.

azetchi e cioccolato di Modica

La preparazione di questa specialità è molto diversa dalle preparazioni del cioccolato tradizionale. Si parte da una massa di cacao, che viene riscaldata per renderla fluida e, ad una precisa temperatura, viene mescolata a zucchero e spezie varie. La temperatura “a freddo” non fa sciogliere i cristalli di zucchero che rimangono così integri all’interno delle tavolette. Questo è il segreto che dona a questa piccola opera d’arte quella consistenza granulosa e ruvida.

dimostrazione cioccolato

Presso l’Antica Dolceria Bonajuto, la più antica fabbrica di cioccolato in Sicilia, è possibile vivere un’esperienza a 360° per scoprire le fasi e la storia di questa ricetta millenaria.

bambini che mangiano il cioccolato di Modica

Dopo una breve introduzione sulla storia del cioccolato di Modica, e dopo essersi vestiti con camice e cuffie, si entra all’interno del laboratorio della Dolceria dove si assiste ad una dimostrazione molto interessante sulla preparazione del cioccolato.

degustazione di cioccolato di Modica

Ovviamente non manca la fase di degustazione, non solo di cioccolato ma di altre specialità come gli impanatigghi (fatti con la carne!), i nucatoli, le paste di mandorla e tante altre cose davvero sfiziose!

Il Museo del Cioccolato di Modica

museo del cioccolato di Modica
Credits: Museo del Cioccolato di Modica

Rimaniamo in tema “ciocco-barocco” per scoprire un’altra tappa, senz’altro interessante sia per gli adulti che per i bambini. Sto parlando del Museo del Cioccolato di Modica, realtà nata con lo scopo di tutelare e mantenere il patrimonio dei saperi legati alla secolare tradizione cioccolatiera della città di Modica. Il museo è molto piccolo, non è uno dei migliori musei presenti nel territorio, ma conserva una bellissima riproduzione dell’Italia interamente fatta in cioccolato di Modica.

I punti panoramici di Modica

mamma e bambini a Modica

Esistono vari punti dai quali è possibile vedere la città di Modica da una prospettiva assolutamente interessante. Di fronte la Chiesa di San Giorgio a Modica Alta, la vista lascerà te e i tuoi piccoli esploratori senza fiato anche solo per un attimo.

Facce barocche!

Un altro punto panoramico che ti suggerisco è il Pizzo Belvedere, da cui si può ammirare la chiesa di San Giorgio e un altro si trova a Modica Bassa, proprio accanto la Dolceria Bonjaiuto: la strada Campanilla con vista sulla chiesa di San Pietro.

Come vedi con qualche piccola modifica sugli itinerari classici e tradizionali si riesce ad apprezzare sempre la bellezza, basta solo vederla da un altro punto di vista!

Adesso non ti resta che andare a Modica e portarci i tuoi bambini!

Un ringraziamento speciale all’Antica Dolceria Bonajuto e a Ragusa Is per averci regalato queste bellissime esperienze!

Ma aspetta, prima di andare via lasciami un commento e condividi l’articolo se ti è piaciuto!

A presto,

Chiara

Potrebbe interessarti anche:

Cosa fare a Ragusa Ibla con i bambini: Patrimonio UNESCO anche per i più piccini

Racconto di un pomeriggio d’estate a Scicli con (e senza) bambini

I Luoghi di Montalbano in Sicilia: 5 posti instagrammabili da non perdere

Vacanze al mare in Sicilia con i bambini: mare, borghi e barocco siciliano

logo di claireinsicily blog di viaggi e vacanze in sicilia con i bambini

 

 

 

 

Avatar
Informazioni su Claire 144 Articoli
Sono Chiara, mamma di due piccoli esploratori classe 2015 e 2013. Racconta-storie siciliane per passione ma con la valigia sempre pronta per vivere nuove avventure all'estero...

2 Commenti

  1. Io adoro il cioccolato di Modica, è in assoluto uno dei miei preferiti. Hai proprio ragione: con i bambini bisogna usare la fantasia per organizzare un giro a loro misura. Il trenino è sempre un’ottima soluzione per divertirsi e godersi il paesaggio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto