Una giornata alle Gole dell’Alcantara con i bambini

consigli per visitare la valle dell'alcantara con i bambini

Visitare le Gole dell’Alcantara con i bambini, non solo sarà un’esperienza ricca di emozioni e avventura per tutta la famiglia ma ti porterà a conoscere uno dei canyon più belli d’Italia.

La valle dell’Alcantara, è attraversata dall’omonimo fiume Alcantara, un fiume che scorre lungo l’Appennino siculo, composto da monti Nebrodi, Etna e Peloritani. Il fiume scorre tra queste catene montuose, in mezzo a un muro di pietra lavica modellato dalla lava del vulcano Etna. Questa parete rocciosa è lunga oltre 52 chilometri. Dalla valle, è possibile ammirare paesaggi incontaminati e respirare la purezza della natura. Non mancano le escursioni e i tuffi nelle acque gelide del fiume durante la stagione estiva.

Alcuni genitori mi hanno chiesto se è possibile visitare le Gole dell’Alcantara con i bambini. Scopriamolo insieme!

Visitare le Gole dell’Alcantara con i bambini

due bambini che giocano alle gole dell'alcantara

Le Gole dell’Alcantara sono uno di quei luoghi che ho riscoperto grazie ai miei bambini. Si tratta di un luogo fantastico e divertente che si presta a diverse attività “family friendly” a contatto con la natura.
L’estate è sicuramente la stagione ideale per trascorrere una piacevolissima giornata tra le acque gelide che scorrono lungo le Gole, soprattutto durante le calde giornate di luglio o agosto è una valida alternativa alle affollate spiagge delle vicine Taormina e Giardini Naxos.

basalti colonnari alle gole dell'alcantara
C’è da dire che fuori stagione, senza i turisti, la folla e l’enorme quantità di gente, la valle diventa un luogo di pace e serenità dove ci piace spesso rifugiarci. Noi preferiamo decisamente andarci tra maggio e giugno o settembre.

Gole dell’Alcantara ingresso comunaleingresso comunale Gole dell'Alcantara

Una volta arrivati si può scegliere di scendere dalla scala comunale attraverso i 240 facili gradini (meno facili in salita) per accedere alla più famosa spiaggetta al costo di euro 1,50 a persona.

scala ingresso comunale delle gole dell'Alcantara e dei bambini che scendono

Il passeggino è altamente sconsigliato, se hai bimbi piccoli pensa a una fascia porta bebè o a un marsupio.

I bimbi sono liberi di giocare, esplorare, possono immergersi nelle basse acque del fiume, ammirando da vicino la bellezza e l’imponenza delle luccicanti rocce basaltiche che si intravedono dalle gole, sotto l’effetto di piccole cascatelle di acqua.

bambini che giocano alle gole dell'alcantara
Liberi di giocare!

Ma visitare le Gole dell’Alcantara con i bambini apre le porte della conoscenza e della curiosità, siamo infatti all’interno di una riserva naturale che racchiude una biodiversità incredibile con delle eccellenze sia dal punto di vista botanico, geologico e faunistico.

un bambino che fa il bagno alle gole dell'alcantara
L’acqua è gelida, ma come farà?

I miei figli, appassionati di animali, adorano andare a “caccia” di rane, nei laghetti si trovano sempre tanti girini e ranocchi che amiamo osservare senza troppo disturbali. Ultimamente abbiamo anche visto una bellissima biscia dal collare: non temere, è un rettile innocuo e non velenoso. Basta alzare gli occhi in su per ammirare splendidi esemplari di poiane che amano volare in coppia!

I basalti colonnari delle Gole dell’Alcantara: opere d’arte di Madre Natura

basalti colonnari gole alcantara
Basalti Colonnari alle Gole dell’Alcantara

Ciò che caratterizza le Gole dell’Alcantara sono i celebri basalti colonnari ovvero delle pareti rocciose di natura vulcanica che assumono le forme più strane e incredibili, tanto da farli sembrare opera dell’uomo.

Qui l’uomo invece non ha messo lo zampino e, questa meravigliosa opera d’arte, è frutto di eruzioni e colate laviche. La lava si raffredda velocemente contraendosi e fratturandosi in lunghe colonne che si dispongono orizzontalmente o verticalmente, raggiungendo delle altezze considerevoli.

paesaggio valle dell'alcantara

Da notare le forme prismatiche o esagonali del basalto colonnare. Sembra che la materia, in natura, ami particolarmente le forme esagonali per compattarsi: basti pensare ai cristalli, agli alveari e ai basalti!

Il Parco Geologico e Botanico delle Gole dell’Alcantara per un’esperienza più comoda

bambini che giocano alle gole dell alcantara
Foto di Francesca Vecchio

Se invece si vuol vivere un’esperienza più comoda e interattiva per i bimbi, si può accedere al Parco Geologico e Botanica delle Gole dell’Alcantara, tramite pagamento di un biglietto il cui prezzo varia in base alle stagioni (ingresso gratuito per i bimbi con meno di 6 anni). Il biglietto permette di accedere alla spiaggetta delle Gole tramite un ascensore e di vivere l’ambiente circostante a 365 gradi.

Da notare che i due ingressi alle Gole non sono attigui. L’ingresso pedonale non è ben segnalato quindi è facile che non venga individuato!

All’ingresso del Parco abbiamo incontrato la simpatica mascotte “Zazza Mike”, che ci ha condotto presso la sala multimediale 4D del MOL (Museum of Land), per assistere ad un coinvolgente filmato interattivo sulla formazione delle Gole. Si tratta di una piccola sala, dove, non appena si spengono le luci viene avviato un video che riproduce in 4D l’effetto di un’eruzione vulcanica, simulando un “terremoto”.

mappa del parco geologico botanico della gole dell'alcantara

All’interno del Parco è possibile seguire diversi itinerari naturalistici, tutti a misura di bambino.

ingresso parco gole dell'alcantara

I Sentieri del Giardino Mediterraneo, il Sentiero Eleonora, di recente apertura, e il classico sentiero naturalistico che prevede un percorso ad anello adatto ai bambini, quindi facilmente percorribile a piedi.

Noi lo abbiamo percorso a bordo dello SHUTTLE Tour, un simpatico “trenino” guidato dalla nostra accompagnatrice Nadia, che ci ha condotti alla scoperta dei sentieri naturalistici del Parco, della flora e dell’antica fauna presente nella valle. Infatti, all’interno ci sono delle simpatiche riproduzioni di alcuni animali preistorici vissuti qui nell’antichità.

Lungo il sentiero, che costeggia il fiume, ci sono diversi punti panoramici dai quali si possono ammirare dall’alto le pareti basaltiche, le tante cascatelle che si riversano lungo il fiume, fino ad arrivare al cosiddetto “balcone di Venere” che si affaccia sulla sorgente di Venere.

L’attività più divertente è stata, sicuramente, il BABY BODY RAFTING, adatta per i bimbi dai 4 anni fino agli 11 anni di età. Accompagnati da un istruttore, e con l’attrezzatura necessaria (casco, muta, calzari e giubbotto), attraverso un percorso adatto ai più piccoli, è possibile ripercorrere le piccole rapide e cascatelle tra le rocce laviche. Divertimento assicurato!

Per gli adulti, oltre al Body Rafting, è possibile effettuare anche Trekking fluviale lungo i percorsi a valle che costeggiano il fiume.

Parco acquatico presso le Gole dell'Alcantara ideale per i bambini
Foto Spray Park

A fine giornata per rilassarci un po’, dopo aver fatto un bel picnic immersi nella natura, ci siamo divertiti a giocare, grandi e piccini nel simpatico Spray Park con scivoli colorati, getti d’acqua e fontane. L’ingresso allo Spray Park non è incluso nel biglietto d’ingresso del parco e si trova a 500 metri dall’ingresso del Parco Geologico e Botanico.

Gole dell’Alcantara con i bambini come arrivare

bimbo che corre alle gole dell'alcantara

Le Gole dell’Alcantara sono facilmente raggiungibili percorrendo la S.S. 185, la strada che da Giardini Naxos porta a Francavilla di Sicilia. Basta imboccare l’uscita Giardini Naxos lungo l’autostrada A18 per poi proseguire seguendo l’indicazione per Francavilla di Sicilia.

Dopo 12 chilometri circa, superato l’abitato di Gaggi, sulla sinistra si trova l’ingresso al Parco Botanico e Geologico dell’Alcantara. Una struttura privata che dispone di un grande parcheggio, area attrezzata per picnic, bar, ristorante self-service con angolo degustazione dove assaggiare tutti i prodotti tipici del territorio e una piccola fattoria. È possibile parcheggiare anche in piccole piazzole di sosta poco più avanti dell’ingresso al Parco.

Come vestirsi per visitare le Gole dell’Alcantara con i bambini

una donna con cappello alle gole dell'alcantara

Abbigliamento comodo senza tralasciare alcuni dettagli:

  • Scarpe da scoglio per tutta la famiglia
  • In estate costume, teli mare, cappello, crema solare e un cambio asciutto
  • Per tutte le attività sportive, trekking fluviale, rafting ecc. le agenzie noleggiano tutta l’attrezzatura necessaria
  • Non dimenticare di prevedere pranzo al sacco e acqua a volontà

Visitare le Gole dell’Alcantara con i bambini è possibile e anche divertente!

Ci sei mai stato? Hai altri consigli da dare? Ti aspetto nei commenti.

E non dimenticare di condividere l’articolo sui social se ti è piaciuto.

Mi trovi anche su Facebook alla pagina ClaireinSicily e su Instagram @claireinsicily, per seguire le Stories e le dirette delle nostre gite e dei nostri viaggi!

Grazie a Francesca Vecchio per una parte di contributi dell’articolo

Potrebbe interessarti anche:

logo di claireinsicily blog di viaggi e vacanze in sicilia con i bambini

Avatar
Informazioni su Claire 186 Articoli
Sono Chiara, mamma di due piccoli esploratori classe 2015 e 2013. Racconta-storie siciliane per passione ma con la valigia sempre pronta per vivere nuove avventure all'estero...

21 Commenti

  1. È stata una bellissima escursione anche per noi ch abbiamo visitato il parco e siamo scesi con l’ascensore … Le acque pero sono davvero gelide ( fine giugno ) … Interessante anche proseguire verso le Gurne .. Sara per la prossima volta !!!

  2. Ma perché, dico ma perché non mi sono impuntata per andare a vedere le Gole di Alcantara quando sono venuta da quelle parti con i miei amici??? L’alternativa era una “mangiata” sui Nebrodi!!! Il cibo tira sempre, è inutile. E io leggendo questo tuo post ora mi mangio le mani, Grrrrrr

  3. Che ricordi mi hai riportato alla mente, proprio di quando ero bambina e con la mia famiglia siamo partiti in auto da Roma verso la Sicilia.
    Le gole me le ricordo bene come se le avvessi davanti agli occhi ora.

  4. Non conoscevo questo luogo dell’entroterra e posso dirti che somiglia tantissimo ad alcune localitá delle Prealpi lombarde!
    Davvero un posto incantevole.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.